Titolo: I Malsalé de Pesena

Testo: Costanza Savini

Regia: Rino Condercuri

Anno di produzione: 2005 - "I malsalè de Pesena" sono stati rappresentati la prima volta nel 2005 nel parco di Villa Abrile (Pesina - Caprino V.se) e in seguito nel 2008 a Villa Nichesola (Platano - Caprino V.se) e nel 2013 nel Forte di Rivoli V.se

 

Si prende spunto, per questo spettacolo teatrale popolare, da una leggenda di origine medievale che vuole il Barbarossa soggiornare nel nostro territorio per prepararsi alla decisiva battaglia di Legnano contro i Comuni Italiani.

Uno sgarro, una ribellione o un semplice furto ai danni delle truppe imperiali acquartierate sulle colline caprinesi è all'origine della terribile vendetta dell'Imperatore che distrugge il piccolo "comune" di Pesina e lo cosparge di sale per impedirgli qualsiasi rinascita.

Fatto storico o leggenda? Sicuramente questo spettacolo non intende dare una risposta al quesito, ma la domanda è stata sufficiente per invogliare la scrittrice Costanza Savini, che ha già "indagato" in termini letterari queste nostre terre, a costruire un copione teatrale. Copione che il regista Rino Concercuri rappresenta la prima volta proprio a Pesina, al centro di fatti "memorabili" fino alla prima metà del '900. E, oltre agli attori,sulla scena non potevano mancare i protagonisti di quelle terribili vicende: gli abitanti di Pesina che nei costumi tradizionali del tempo ci riportano a quei fatidici momenti. Una rappresentazione teatrale di carattere popolare, quindi, che vede in primo piano i discendenti di coloro che quelle vicende - reali o fantastiche - vissero veramente per riscoprire lontane tradizioni, fatti reali su cui costruire incubi e maledizioni, retaggio di un passato che si vuole dimenticare completamente, perché la "leggenda" li considera definitivamente conclusi all'alba del terzo millennio.

Scarica da qui il depliant di sala della rappresentazione del 2013