In questa seconda edizione 2016, Baldo in Musica quasi raddoppia proponendo sette concerti in altrettanti luoghi speciali del Baldo-Garda!

Gli appuntamenti:


Sabato 11 giugno, ore 18, Giardino di Casa Biasi, Caprino V.se

"AMANTE FELICE. FELICE? Tormenti d'amore nel barocco italiano."
vedi

Sabato 18 giugno, ore 21, Santuario Madonna della Corona, Ferrara di M.B.
"TRIBU' GOSPEL SINGERS"
vedi

Sabato 2 luglio, ore 18, Tenuta Cervi, San Zeno di Montagna
"DUO BENINI BELLINI. Suoni dal Mondo"
vedi

Domenica 17 luglio, ore 12, Contrada Le Cà, Brenzone
"TRIO MARRANO"
vedi

Domenica 31 luglio, ore 21, El fenil de Le Rive, Ferrara di M.B.
"DANIELE ROTUNNO IN TRIO"
vedi

Domenica 7 agosto, ore 12, Grandi Faggi dell'Ortigara, S. Zeno di Montagna
"SETTIMINO DELL'OCA RINA"
vedi

Domenica 21 agosto, ore 21, Villa Cariola, Caprino V.se
"LUCA DONINI IN TRIO"
vedi

 

gen2016

 

 scarica da qui il libretto completo

--------------------------------------------------------------------------

Sab. 11 giugno, h. 18.00

Giardino di Casa Biasi

casabiasi

Il “Giardino di Casa Biasi” è l’espressione tangibile di una passione per le piante ed i fiori intesa come amore per la bellezza. Il giardino occupa una parte del brolo di villa
 Boldieri-Trentini ed è stato tracciato da Mario e Luciana Biasi a partire dal 1977; Cecilia e Nico hanno continuato nella realizzazione e nel completamento del progetto portandolo allo stato attuale.
I rapporti degli spazi con la villa, le caratteristiche del terreno, l’esposizione, l’evoluzione del gusto hannocontribuito alla nascita di due entità: il parco romantico, che ha la fisionomia dei parchi ottocenteschi con grandi alberi sotto i quali fioriscono piante che amano l’ombra, e il giardino mediterraneo, sistemato a gradoni per la pendenza del terreno che si presenta ghiaioso ed arido, dove prosperano essenze che amano esposizioni soleggiate.

Amante felice. Felice?

amanteElena Bertuzzi. Diplomata in canto lirico al Conservatorio F.E. Dall’Abaco di Verona, ha conseguito il titolo superiore in Canto rinascimentale e Barocco al conservatorio A. Pedrollo di Vicenza. Ha tenuto numerosi concerti come solista e in formazioni da camera, collaborando con orchestre e gruppi specializzati in Italia e all’estero, partecipando a importanti festivals musicali.
Claudia Pasetto. Diplomata in viola da gamba al Conservatorio F.E. Dall’Abaco di Verona ha studiato con Alberto Rasi, Nanneke Schaap e Paolo Pandolfo. Dal 1990 svolge attività concertistica sia in Italia che all’estero in ensamble di fama internazionale.
Ilaria Fantin. Laureata in liuto presso il Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio A. Pedrollo di Vicenza sotto la guida del maestro Terrel Stone. Svolge attività concertistica in Italia e all’estero, interessandosi ai vari aspetti della musica antica attinenti al suo strumento ed eseguendo brani che vanno dal periodo medievale a quello rinascimentale e barocco.
Musiche di Monteverdi, Calestani, Landi, Merula, Rossi, Sances, Kapsberger e anonimi italiani del '700 veneziano.

torna su

--------------------------------------------------------------------------

 

Sab. 18 giugno, h. 21.00

Madonna della Corona

madonnacoronaIl Santuario della Corona, uno dei più suggestivi dell’alta Italia, luogo di silenzio e di meditazione, è sospeso tra cielo e terra, celato e aggrappato sulle rocce del Baldo a 774 metri sul mare, a strapiombo sulla valle dell’Adige. Documenti medievali attestano che già intorno all’anno Mille nell’area del Baldo vivevano degli eremiti legati all’Abbazia di San Zeno di Verona che vi avevano costruito una cappella. Una pia tradizione invece collocava la nascita del Santuario della Madonna della Corona nel 1522, anno in cui la scultura qui venerata sarebbe stata miracolosamente traslata per intervento angelico dall’isola di Rodi, invasa dall’armata mussulmana di Solimano II. Nel corso dei secoli molti furono i cambiamenti e le vicissitudini di questo luogo sacro fino alla definitiva struttura. Nel 1982 al Santuario venne attribuito il titolo di “basilica minore”. Il 17 aprile 1988 Papa Giovanni Paolo II visita il santuario e prega la Madonna della Corona.

Tribù Gospel Singers

tribugospelTribù Gospel Singers è un gruppo di giovani cantanti e musicisti di Verona il cui scopo principale è di diffondere la musica gospel, trascinando lo spettatore in un clima di sonorità emozionanti e coinvolgendo ascoltatori di qualsiasi età. Nascono nell’anno 2000, esibendosi in contesti di diversa natura (chiese, teatri, auditorium, piazze) anche a scopi benefici. Nel loro spettacolo ripercorrono la storia evolutiva e cronologica di questo genere, partendo dalle radici dello spiritual, passando dal traditional gospel, fino ad arrivare al gospel contemporaneo. Il gruppo, di circa 40 elementi, ha seguito negli anni un percorso artistico sempre in crescita. Attratti in un primo momento dal fascino armonioso dei cori e dalle coinvolgenti sonorità, l’evoluzione dei TGS si concretizza nella vera e propria consapevolezza di ciò che si canta e di ciò che il pubblico avverte. Al di fuori di questa consapevolezza il gospel non ha senso di esistere, perché “è proprio nel sentire ciò che si fa come vero che sta la grande forza di questo genere musicale”.

torna su

--------------------------------------------------------------------------

Sab. 2 luglio, h. 18.00

Tenuta Cervi

tenutacervi

La Tenuta Cervi si trova sul versante occidentale del Monte Baldo in località “La Cà” nel Comune di San Zeno di Montagna. Si sviluppa per circa 180 ettari completamente
recintati. Dai 650 metri di altitudine della portineria inizia il castagneto dove si trovano veri e propri monumenti arborei sia per dimensione che per età; salendo ancora, il bosco di latifoglie con le piante di quercia cerris (che danno il nome alla tenuta), alla pineta e si arriva ai 950 metri con i prati. Nella tenuta si sviluppano strade e carrarecce facilmente percorribili. Nei boschi si possono incontrare caprioli, daini ed ammirare splendide fioriture. La tenuta fu dono del conte Bonoris di Brescia che nel 1923, alla sua morte, lasciò la proprietà all’Istituto Don Provolo di Verona allora all’avanguardia per l’assistenza ai sordomuti poveri della provincia. Attualmente è sede
di campi estivi, campi scuola, campeggi...

Duo Benini Bellini

duobeniniIl progetto è un contenitore di suoni provenienti dalle parti più svariate del mondo. Un viaggio, proposto dal duo Bellini Benini, che vi guiderà con le vibrazioni dei didjeridoo, nell’outback australiano. Le note delle conchiglie del Pacifico, vi porteranno sulle isole Hawaii. Con le trombe tibetane, sulle nevose cime dell’Himalaya, con il flauto cinese ed il dan-moi vietnamita, ad immaginare le sterminate risaie dell’estremo oriente. Il richiamo dello Shakuhacki, vi guiderà poi in Giappone e il flauto Bansuri nell’India, una breve sosta nell’Europa dell’est, con le armonie del Koncovka, e per concludere, un viaggio nel continente americano, attraverso il suono del flauto Pellerossa, del flauto globulare Andino. Le varie sonorità sono racchiuse in composizioni appositamente scritte dal duo Bellini Benini.

torna su

--------------------------------------------------------------------------

Dom. 17 luglio, h. 12

Contrada Le Cà, Brenzone

lecaSarà difficile, una volta giunti in località Le Cà, se la giornata è limpida e serena, staccarsi da questo luogo incantevole. Situata su un dosso naturale, attorniata da castagni e prati è una naturale terrazza sul sottostante lago di Garda da dove si può scorgere sulla riva la chiesetta romanica di “San Zen de l’oselet” che spicca tra i cipressi e l’azzurro del lago. Lo sguardo spazia da Riva al golfo di Salò.  Dalle cime del Baldo alle numerose case sparse nei boschi e castagneti che fanno di questo territorio brenzonese un unicum di rara bellezza: Cà dei Biasi, Cà dei Bassi, Mont Bass, Cà Politei, Fies. A fare da chioccia a questa contradina rimodernata ma integra nella sua struttura originale e collegata
con i tradizionali sentieri a molina, una piccola chiesetta di inizio secolo scorso.

Trio Marrano

triomarranoIl Trio Marrano nasce da un’idea di Irene Pertile e Angela Castellani, due cantanti versatili e provenienti da esperienze diverse, ma accomunate dalla passione per le armonizzazioni vocali del Trio Lescano. Il progetto mira a riproporre i grandi successi del repertorio swing italiano della prima metà del 1900 in uno spettacolo in cui la musica è arricchita da passi di tip tap e da gags nello stile dell’epoca. Dopo un’attenta ricerca alle cantanti si aggiunge Diego Carbon vocalist di esperienza decennale. Lo spettacolo è arricchito da costumi ispirati alla moda del tempo che contribuiranno a catapultarvi in una dimensione in cui musica, danza e voci regaleranno divertimento stile anni ’30 e ’40. Una piccola perla che vi inviterà a tuffarvi in un mare ricco di tesori da scoprire.

torna su

--------------------------------------------------------------------------

Dom. 31 luglio, h. 21.00

El Fenil de Le Rive, Ferrara di M.B.

fenildeleriveCollocata in una conca prativa ed al centro del Monte Baldo, Ferrara è attestata già dal 1218 e il suo toponimo, secondo l’Olivieri, deriverebbe da “ferraria” cioè “luogo del ferro”. Testimonianze fino alla fine del XIX secolo accertano l’esistenza di fucine o forni di fusione. Studiosi illustri dell’Hortus Europae come il Calzolari, il Pona, il Séguier, il Pollini, il Da Persico, nei loro studi botanici alla ricerca e catalogazione dei fiori, descrivono con dovizia di particolari la Ferrara di quei tempi. Località Le Rive, collocata a nord di Ferrara, è composta da un ampio ex fienile di proprietà dei fratelli Gianbruno e Luigi Castelletti e di un vasto spazio recintato dove si muovono in assoluta libertà daini ed altri animali. La struttura, lasciata integra nella sua tipologia originale, è stata rinnovata in modo sapiente ed intelligente.

Daniele Rotunno in Trio

danielerotunnoFormazione nata nel 2012 che propone brani originali abbinati a classici del jazz riarrangiati e rivisti, ha partecipato nel 2014 al festival “Harmos plural” a Oporto (Portogallo), che ospita una rappresentanza di studenti di musica non classica dei Conservatori di tutta Europa.
Daniele Rotunno - pianoforte. Dopo gli studi classici si diploma nel 2015 con 110/lode in Pianoforte Jazz presso il Conservatorio “Dall’Abaco” di Verona. Dal 2002 è pianista della Big Band “Ritmosinfonica Città di Verona”, diretta dal
M° Marco Pasetto. Dal 2003 svolge attività didattica, concertistica e discografica.
Carlo Alberto Danieli - basso. Nel 2012 consegue il Diploma di secondo livello in Discipline Musicali Jazz - Contrabbasso presso il Conservatorio “Venezze” di Rovigo. Collabora con le Big Band “Ritmosinfonica Città di Verona”, “University” e “Jazzset”.
Silvano Martinelli - batteria. Classe 1995, frequenta il triennio accademico di Batteria Jazz presso il Conservatorio di Verona. Collabora con importanti realtà musicali veronesi, tra cui la Big Band “Ritmosinfonica città di Verona” e il coro di voci bianche dell’Accademia Lirica di Verona “A.li.ve.” diretto dal M° Paolo Facincani.

torna su

--------------------------------------------------------------------------

Dom. 07 agosto, h. 12.00

Grandi Faggi dell'Ortigara, S. Zeno di Montagna

faggiortigaraLa faggeta è la foresta climax della fascia medio-alta del Monte Baldo e ne costituisce l’espressione più tipica dell’ambiente montano baldense. Sul Monte Baldo il faggio, un tempo probabilmente più esteso in vaste foreste senza interruzione, attualmente forma alcuni limitati boschi intercalati da pascoli. Sono in prevalenza boschi ad alto fusto con
un ruolo importante sia dal punto di vista ecologico che paesaggistico. Si tratta di alberi maestosi, che svettano come sentinelle di una montagna consegnata al passato, che raggiungono dimensioni monumentali, dal tronco massiccio e a volte costolato che si divaricano in possenti corone che svettano fino a 30 metri d’altezza. Vale la pena “conoscerli”, osservarli da vicino e percepire la loro maestosa dimensione, le loro storie scritte nelle ferite del fusto e dei rami ed il musicale fruscio delle loro foglie.

Settimino dell'Oca Rina

ocarinaL’ocarina fu inventata a Budrio (BO) nel 1853 da Giuseppe Donati. La sua forma ovoidale allungata ricorda il profilo di un’oca priva di testa. L’ocarina di Budrio utilizza un sistema di 10 fori ed ha una estensione di una ottava e tre toni. A parte gli utilizzi folkloristici e ludici, l’ocarina è stata utilizzata anche nella composizione di alcune colonne sonore, come in alcuni film di Sergio Leone musicati da Ennio Morricone, albi musicali di Fabrizio De Andrè, cartoni animati...
l Settimino dell’Oca Rina nasce grazie alla curiosità e alla passione di sette musicisti veronesi, che dopo essersi recati al festival Internazionale dell’Ocarina tenutosi a Budrio (BO), decidono di avvicinarsi allo studio di questo insolito strumento. Tutti i componenti del gruppo provengono da studi musicali di diverso genere che li hanno resi professionisti nel loro settore, avventurandosi poi in questa nuova affascinante esperienza. Sono: Daniele Cipriani, Michele Colò, Elena Zavarise, Daniele Pianegonda, Giordano Bruno Tedeschi, Valentina Ferrarese e Tommaso Castiglioni.

torna su

--------------------------------------------------------------------------

Dom. 21 agosto, h. 21.00

Villa Cariola, Caprino V.se

villacariolaVilla Cariola è una prestigiosa Villa Veneta del 1400, immersa nel verde delle colline di Caprino Veronese ai piedi del Monte Baldo e a pochi chilometri dal Lago di Garda e dal casello autostradale di Affi (A22). L’ambientazione storica di Villa Cariola ci fa vivere in un’epoca dove l’uomo era padrone del proprio tempo, dei propri ritmi e del buon gusto per la vita. La struttura miscela pregevolmente il gusto di una suggestiva dimora storica con moderne tecnologie di un polivalente Hotel congressuale. Grazie alle diverse soluzioni di spazi interni ed esterni, rappresenta la soluzione ideale per matrimoni, meeting, cene di gala, sfilate di moda, convention, nonché prestigiosi eventi culturali e mondani. Questa antica dimora di nobili famiglie immersa in un paesaggio naturale circostante è un’oasi di pace e benessere, per rigenerare la mente, il corpo e lo spirito, a contatto con la natura, i suoi colori, profumi e sapori.

Luca Donini in Trio

lucadoniniLa musica del Donini Trio è un viaggio appassionato tra climi ed umori della musica jazz, etnica e funky, con largo spazio dedicato all’improvvisazione. Trio di grande energia che spicca nel panorama jazz rock italiano per il grande impatto dei live.

Luca Donini. Compositore, direttore d’orchestra ed insegnante al conservatorio, vanta grandi collaborazioni artistiche
con artisti americani ed europei. Sassofonista di spicco nel panorama italiano.
Sbibu. Percussionista eclettico, autodidatta, grande improvvisatore, ha suonato con alcuni tra i più importanti jazzisti italiani ed europei che spaziano tra l’avanguardia jazz, la musica sperimentale e la musica classica.
David Cremoni. Chitarrista di rilievo della scena progressive. Grande arrangiatore, musicista dal tocco raffinato, ha collezionato una lunga serie di collaborazioni con artisti di grande fama italiani ed europei.

torna su

--------------------------------------------------------------------------