Il vento percorre, il vento passa, il vento si ferma e poi scompare... Il vento è energia, scompiglia i capelli, diventa poesia, diventa parola, perché il vento si trasforma e nella sua mutazione può assumere combinazioni di suoni diverse ... produce immagini di eroi e demoni. Il vento è utile per le cose umane ma quando si fa travolgente e bizzarro è disumano e distante … il vento è come l’uomo, mai domo, mai pienamente stabile nelle sue risoluzioni, nelle sue decisioni.

Il vento: costante divenire nelle parole delle poesie, nei racconti di grandi autori (da Omero a Cervantes) e nel testo originale che racconterà il rapporto con l’energia che il vento ci regala.

Gli attori Andrea de Manincor e Sabrina Modenini ci hanno guidato in questo“Percorso del vento” e i musicisti Marco Pasetto,  Enrico Breanza e Andre Oboe del gruppo Wood3, hanno accompagnato le loro storie con la musica: il flusso della parola e l’armonia impalpabile delle note, un connubio magico ed universale che trascende il tempo e lo spazio.